AGRICOLTURA: È STRATEGICA PER LA TUTELA DELLE RISORSE IDRICHE?

EXPO Milano, Sabato 20 giugno, ore 11:00, Auditorium di Palazzo Italia.

Il CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) organizza domani alle 11, con il Ministero delle Politiche Agricole e l’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche Irrigazioni e miglioramenti fondiari) il convegno internazionale “L’agricoltura come settore strategico per la tutela delle risorse idriche nel bacino del mediterraneo”, che si svolgerà a EXPO Milano, presso l’Auditorium di Palazzo Italia.

Si tratta di un appuntamento importante per fare il punto sul legame tra agricoltura, acqua e i contributi della politica agricola comune per la tutela delle risorse idriche, anche alla luce della direttiva quadro comunitaria acque (DQA). Infatti, il suo utilizzo sostenibile in agricoltura, il valore economico dei prodotti dell’agricoltura irrigua, la competizione tra i diversi settori produttivi saranno i parametri adottati per verificare la rilevanza degli agro-sistemi irrigui nel Mediterraneo, soprattutto in Italia. E, a farne le spese – anche in termini di erogazione dei contributi comunitari – potrebbe essere proprio il Mediterraneo, perché le caratteristiche pedo-climatiche richiedono l’irrigazione per realizzare produzioni di quantità e qualità adeguate alle richieste del mercato globalizzato.

I ricercatori del CREA illustreranno le strategie elaborate sia per aumentare l’efficienza nell’uso dell’acqua nei diversi sistemi colturali sia per diminuire il relativo impatto sulle riserve idriche e, inoltre, spiegheranno le possibili azioni di adattamento al cambiamento climatico, che resta la maggiore minaccia per la risorsa idrica nell’area mediterranea. In tal senso, inoltre, particolare attenzione sarà posta all’innovazione agronomica e al supporto delle tecnologie informatiche e di comunicazione.

Dai lavori della giornata emergerà una proposta comune di revisione della normativa che consideri le caratteristiche peculiari dell’agricoltura nel bacino del Mediterraneo, da utilizzare in occasione della revisione della DQA, prevista a partire dall’anno prossimo.

Interverranno Giuseppe Blasi del MiPAAF, Marina Colaizzi del MATTM, Josefine Loriz-Hoffmann della Commissione UE, Marcello Mastrorilli e Raffaella Zucaro del CREA. Seguirà una tavola rotonda moderata da Giuseppe Blasi e composta da Giuseppe Cacopardi del MiPAAF, Josefine Loriz-Hoffmann della Commissione UE, Michele Pisante del CREA, Massimo Gargano dell’ANBI, Juan Valero de Palma di FENACORE e Josè Nuncio di FENAREG.

Chiuderà l’incontro Maurizio Martina Ministro delle Politiche agricole agroalimentari e forestali.

 

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter