Premio Brunello

Crea al Vinitaly: parte con Confagricoltura il progetto per la varietà Glera resistente, che permetterà di ridurre del 70% l’utilizzo di fitofarmaci

Martedi 11 aprile, alle 12.30 circa, presso lo Stand di Confagricoltura, padiglione D, stand E2-E3, verrà ufficializzata la convenzione tra Confagricoltura Treviso e il CREA Viticoltura ed Enologia, sede di Conegliano Veneto,  per realizzare in 5 anni una varietà Glera resistente a peronospera e oidio. A firmare saranno Lodovico Giustiniani in veste di Confagricoltura Treviso e Salvatore Parlato, Presidente del CREA .

Il progetto – illustrato da Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Veneto e Treviso e Diego Tomasi, direttore del Crea Viticoltura ed Enologia di Conegliano – coinvolgerà una quindicina tra le maggiori cantine delle terre del Prosecco per ottenere nuove varietà resistenti, in grado di ridurre le perdite produttive in modo duraturo e abbattere del 70 per cento nell’uso di fitofarmaci. Il programma di miglioramento genetico, che durerà 5 anni, prevede una serie di incroci e reincroci su Glera mirati a trasferire i caratteri di resistenza e l’affinamento dei caratteri enologici. In particolare, si cercherà di ottenere piante resistenti a peronospora e oidio, malattie che attualmente impongono una media di 10 trattamenti annui con fitofarmaci. Le piantine verranno messe a dimora presso il CREA, ma nel giro di qualche anno potranno già essere testate nelle aziende che partecipano al progetto.

Stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter