CREA per la difesa della palma nana nelle aree protette siciliane.

Dal 2016 Roberto Rizzo, Giovanni Gugliuzza e Antonio Giovino ricercatori del CREA difesa e certificazione di Bagheria, hanno avviato uno studio sulle comunità di artropodi naturali di palma nana in aree protette e di elevato valore paesaggistico della Sicilia. L’obiettivo è quello di studiare le comunità di artropodi che con le piante di palma nana hanno instaurato relazioni trofiche più o meno complesse.

Durante le fasi di studio e di monitoraggio sono stati riscontrati focolai generati da due fitofagi “alieni” quali il punteruolo rosso e il castnide delle palme.

Il punteruolo rosso, come è noto, ha portato alla scomparsa in Italia delle palme ornamentali.

Il castnide, già segnalato da alcuni anni in vivaio su palma nana, oggi, si sta diffondendo in ambiente naturale in modo preoccupante. Le prime osservazioni hanno infatti evidenziato, attacchi massicci su piante di palma nana.

L’obbiettivo è quello di avviare dei protocolli di ricerca per il contenimento e salvaguardando le popolazioni naturali di palma nana che in queste aree hanno una rilevante importanza ecologica, paesaggistica ed economica.

Bagheria_Researchers of dwarf palm arthropods

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter