Il CREA Frutticoltura si aggiudica il premio Elisa Scarascia Mugnozza

Milena Petriccione, ricercatrice del CREA Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura, sede di Caserta, si è aggiudicata in qualità di corresponding author il premio “Elisa Scarascia Mugnozza” per la migliore ricerca scientifica pubblicata dal personale CREA nell’anno 2015 per il lavoro “Reference gene selection for normalization of RT-qPCR gene expression data from Actinidia deliciosa leaves infected with Pseudomonas syringae pv. actinidiae”, pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori del CREA aveva l’obiettivo di individuare geni che restassero stabili (reference gene), al variare della dose di inoculo di Pseudomonas syringae pv. actinidiae su Actinidia deliciosa, per poterli utilizzare negli studi di interazione tra pianta ospite e batteri fitopatogeni, essenziali nel contrasto alla fitopatia.

I geni stabili individuati grazie a questo lavoro, utilizzando quattro differenti software, possono essere utilizzati negli studi di interazione Actinidia-Psa, in quanto consentono di valutare l’andamento dell’espressione di altri geni, utilizzati per chiarire le complesse reti di regolazione dei meccanismi genetici, di segnalazione e metabolici alla base delle interazioni pianta-patogeno, ma anche di monitorare correttamente la risposta generale della pianta colpita.

Questo lavoro è da ritenersi importante, se si considera che questa malattia ha causato, nel recente passato, ingenti danni economici alle principali coltivazioni di Actinidia in Italia (Lazio, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna) e nel mondo.

Il premio verrà ritirato il 12 Dicembre presso la sede di Roma, Via Po, 14.

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter