Il CREA per la difesa delle produzioni agrumicole del bacino del Mediterraneo

Disponibile on line il sito web del progetto di ricerca internazionale ORPRAMed (Ornamental Rutaceous Plants Xcc Risk Assessment in Mediterranean – www.orpramed-arimnet2.eu) sulla valutazione della potenziale introduzione dell’agente patogeno del Cancro Batterico degli Agrumi nel bacino del Mediterraneo. Il progetto coordinato dalla dott.ssa Paola Caruso del CREA-ACM di Acireale, è stato avviato lo scorso 22 marzo 2016 con il kick off meeting cui hanno partecipato tutti i sei partner del progetto provenienti da 4 nazioni diverse.

On line il sito web del progetto di ricerca internazionale ORPRAMed (Ornamental Rutaceous Plants Xcc Risk Assessment in Mediterranean) raggiungibile al seguente indirizzo www.orpramed-arimnet2.eu. Il progetto ORPRAMed è un progetto di ricerca internazionale che è stato selezionato tra oltre 150 proposte presentate nell’ambito della call 2015 del bando di ricerca ERA-NET ARIMNet 2 (Agricultural Research In the Mediterranean Network, cfr. www.arimnet2.net). Al progetto, coordinato dalla Dott.ssa Paola Caruso del CREA-ACM, partecipano unità di ricerca di centri afferenti ai Ministeri dell’agricoltura e delle Università di Italia, Francia, Spagna e Turchia.

Il progetto si propone di valutare le possibili vie di entrata nella Regione Mediterranea del batterio da quarantena Xanthomonas citri subsp citri (Xcc), agente del cancro batterico (CBC), una gravissima malattia degli agrumi, che rende i frutti non commercializzabili fino a causare la morte delle piante infettate, con il conseguente danno economico per i produttori e l’intero settore agrumicolo.

Il progetto si propone inoltre di sensibilizzare gli operatori del settore, nonché i comuni cittadini, sul rischio di possibile introduzione del batterio, anche tramite alcune specie di piante ornamentali appartenenti alla famiglia delle Rutaceae. La presenza del batterio Xcc è stata infatti segnalata in quasi tutti i paesi produttori di agrumi con l’eccezione dei paesi del bacino del Mediterraneo.

Al fine  di raccogliere informazioni sui flussi di piante ornamentali (Rutaceae) da e verso il bacino del Mediterraneo, verrà presto pubblicato on line e distribuito anche in forma cartacea un questionario rivolto ai produttori e ai vivaisti che sarà, qualora necessario, accompagnato da interviste individuali di approfondimento.

I risultati del progetto potranno contribuire a sviluppare un protocollo comune per tutti i Paesi del bacino del Mediterraneo per regolamentare i processi di import/export da applicare alle Rutaceae di interesse ornamentale in procedure analoghe al settore degli agrumi industriali. Questo protocollo consentirà agli addetti del settore di importare, con sicurezza, piante ornamentali di loro interesse, permettendo di estendere la propria offerta. I risultati ottenuti saranno inoltre oggetto di incontri a livello internazionale, nazionale e locale, e sarà prodotto e distribuito materiale divulgativo (sia cartaceo che elettronico) per diffondere la conoscenza dei potenziali rischi.

Il progetto ORPRAMed al fine di mantenere e rafforzare un rapporto costante con i propri stakeholder invierà una newsletter semestrale con gli aggiornamenti del progetto. E’ possibile registrarsi al seguente link www.orpramed-arimnet2.eu/newsletter-registration-form per ricevere la newsletter. Il progetto ORPRAMed ha infine attivato i seguenti  canali social per raccogliere  ulteriori input e suggerimenti da parte della comunità:

Per maggior informazioni è possibile contattare la coordinatrice del Progetto:

Dott.ssa Paola Caruso (CREA-ACM di Acireale)

Tel. 0957653122 e-mail paola.caruso@crea.gov.it

 

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter