Il CREA sull’agenzia Ansa: “Tipicità dei vini italiani resistente ai cambiamenti climatici”.

Il direttore del centro CREA Viticoltura ed Enologia di Conegliano, Diego Tomasi, intervistato dall’agenzia Ansa, rassicura sul mantenimento della tipicità dei vini italiani ai cambiamenti climatici grazie alla coltivazione in altura ma ammonisce che in futuro saranno necessari una “genetica di soccorso” e un ripensamento dei disciplinari di produzione.

LEGGI L’INTERVISTA: Intervista Diego Tomasi su Ansa

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter