maker

INNOVAZIONE E TECNOLOGIA: IL CREA AL MAKER FAIRE

Dalla tracciabilità elettronica alla stereovisione passando attraverso il monitoraggio ambientale queste e molte altre innovazioni vengono presentate dal CREA, con il suo centro di Ingegneria e trasformazioni agroalimentari, al Maker faire, il più importante salone internazionale delle innovazioni tecnologiche, che si svolge a Roma dal 14 al 16 ottobre. Attraverso poster e video i ricercatori del CREA rispondono alle domande e alle curiosità dei visitatori, illustrando i prototipi open-source presenti nello spazio espositivo e realizzati negli ultimi anni per i settori forestale, agro-alimentare e zootecnico.

In particolare è presente un sistema modulare per la tracciabilità elettronica tramite tecnologie open-source e smartphone adattabile a diversi scopi. Tale sistema consente di immagazzinare una grande mole di informazioni, la maggior parte delle quali acquisite in maniera automatizzata, seguendo e tracciando il prodotto lungo tutto il percorso della filiera. Tale tecnologia ha ricadute in termini di maggiore trasparenza e informazione e, conseguentemente, maggiore consapevolezza del consumatore nelle scelte d’acquisto.

Inoltre è possibile trovare un nastro trasportatore dotato di sensori per la selezione e qualificazione dei prodotti agro-alimentari e forestali. Tale dispositivo analizza i prodotti grazie all’acquisizione di informazioni e dati fino a 70 parametri diversi (colore, forma, spettro) utili per definirne la qualità.

Un altro prototipo presente è costituito da un sistema per la stereovisione, per sincronizzare cioè più fotocamere utilizzate per raccogliere dati su alberi ed animali, in particolare sul dimensionamento. Sugli animali si ricavano informazioni biometriche (lunghezze, altezze, angoli) che servono per valutare un animale e stimarne indirettamente il peso; tali informazioni sono raccolte a distanza dall’obiettivo. Per gli alberi vengono misurati con precisione e velocità i diametri e le altezze con un’elevata accuratezza, dati utili per la stima della biomassa legnosa in piedi.

Inoltre viene presentata una centralina multi-parametrica open-source per il monitoraggio ambientale in grado di acquisire informazioni come temperatura e umidità in più punti ravvicinati (ad esempio in una serra), utili per l’agricoltura di precisione.

Infine è possibile trovare anche un sistema di controllo automatico delle temperature per un impianto pilota di produzione di birra casalinga (homebrewing).

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter