melo

L’impegno del CREA per il miglioramento genetico delle colture arboree

Il ricercatore del centro CREA Colture Arboree, Ignazio Verde, intervistato da “Agronotizie”, spiega che, nonostante l’Italia sia all’avanguardia nella mappatura e nel sequenziamento del genoma delle varietà di ortofrutta, non può coltivare o fare ricerca sugli Ogm, ma solo commercializzarne, previa autorizzazione, i prodotti esteri. Attualmente è però al vaglio della Ue la possibilità di coltivazione tramite l’introduzione di geni resistenti a parassiti e malattie, presenti in alcune varietà di frutti, nel Dna di frutti di diversa varietà ma della stessa specie, con grandi vantaggi economici, ambientali e sanitari.

LEGGI L’INTERVISTA: il-crea-per-il-miglioramento-genetico_intervista-ignazio-verde-su-agronotizie

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter