“L’integrazione di agricoltura di precisione e conservativa per una produzione sostenibile”

Si svolgerà a Foggia il prossimo 31 marzo, presso il Centro di ricerca per la cerealicoltura (CER-CREA), l’incontro formativo “L’integrazione di agricoltura di precisione e conservativa per una produzione sostenibile” realizzato nell’ambito del progetto Life AGRICARE “Introduzione di tecniche innovative di agricoltura di precisione per diminuire le emissioni di carbonio”.

L’incontro formativo è rivolto ad agricoltori, professionisti, contoterzisti e consulenti aziendali e si pone l’obiettivo di illustrare le modalità e gli effetti dell’integrazione di alcuni sistemi di agricoltura di precisione con le tecniche di agricoltura conservativa impiegate e valutate nell’ ambito del progetto Life+ AGRICARE.

L’incontro, organizzato con il supporto del CER-CREA e dell’ADAF (Associazione dei Laureati in Scienze Agrarie e Scienze Forestali di Foggia) prevede anche un contributo del CER-CREA sui risultati dell’applicazione di tecniche conservative in ambienti meridionali e la partecipazione di agricoltori locali che racconteranno la loro esperienza nell’utilizzo di tecniche conservative nelle proprie aziende.

Quello di Foggia è il terzo incontro formativo organizzato dal progetto Agricare sul territorio nazionale, dopo quello di Roma e di Udine. E’ un’occasione privilegiata di confronto e discussione tra agricoltori e tecnici su temi strategici, quali la riduzione delle emissioni di gas climalteranti, la riduzione dei costi in agricoltura, la conservazione della fertilità dei suoli ed il mantenimento delle produzioni agricole.

Gli incontri sono programmati in contesti agricoli molto diversi con la finalità di diffondere ad un pubblico eterogeneo di agricoltori le tecniche applicate nel progetto AGRICARE. Nell’incontro, in particolare, saranno mostrati i risultati relativi alle rese, ai conti colturali, ai bilanci energetici ed ambientali delle 4 colture in rotazione (mais, soia, colza e frumento tenero), corrispondenti alle diverse tecniche di lavorazione del suolo (convenzionale, no tillage, minimun tillage e strip tillage) supportate o meno dall’agricoltura di precisione. Saranno inoltre presentate le macchine, le attrezzature meccaniche ed elettroniche utilizzate per le diverse tipologie di lavorazioni.

Il progetto Life+ AGRICARE è coordinato dall’Agenzia veneta per l’innovazione nel settore primario – “Veneto Agricoltura” in collaborazione con la Maschio Gaspardo S.p.A., l’Università di Padova e l’ENEA. www.lifeagricare.eu

 

PROGRAMMA

Stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter