MiPAAF: CHIAMATA per CONTRIBUTI di RICERCA ad INNOVAZIONE

logo_mipaaf

LO STATO DELL’ARTE DELL’AGRICOLTURA DI PRECISIONE IN ITALIA


CHIAMATA PER CONTRIBUTI DI RICERCA ED INNOVAZIONE

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF)
con l’obiettivo di approfondire le tematiche e individuare le azioni
per promuovere l’innovazione del settore agricolo nel breve e
medio periodo, intende lanciare una “chiamata per contributi” per
raccogliere le informazioni oggi esistenti sulla diffusione
dell’Agricoltura di Precisione in Italia, mettendone in luce le
prospettive di sviluppo tecnico-economiche.
Per Agricoltura di Precisione si considerano i principi ed i metodi di
gestione agronomica basati sull’osservazione e la risposta alle
variazioni che esistono all’interno di aree coltivate (es. suolo,
umidità, sostanza organica, ecc…) e le azioni mirate
all’ottimizzazione delle pratiche agronomiche di gestione ai fini
della sostenibilità avanzata (ambientale, climatica, produttiva,
sociale ed economica).
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, attraverso
la “chiamata per contributi”, si pone l’obiettivo di inventariare le
informazioni disponibili riguardanti, in particolare:

0

interchange-newline”> – progetti di ricerca e trasferimento tecnologico conclusi, in
corso di esecuzione, in fase di avvio;
– l’adozione a livello operativo di sistemi e metodologie proprie
dell’AdP;
– fabbisogni e necessità di ogni potenziale utilizzatore delle
tecnologie o parti di esse, per la sostenibilità ambientale e la
competitività dell’impresa agricola.
– disponibilità tecnologiche adeguate(laboratori, piattaforme,
strumentazioni) e expertise anche molto settoriali, ma
coerenti e prospettiche allo sviluppo dell’AdP;
– casi aziendali ed esperienze pilota.
Tutte le informazioni dovranno essere inserite on-line entro il
15 dicembre 2015 collegandosi al seguente link
http://goo.gl/forms/AcbCWoZfAM.
L’illustrazione dei risultati dell’indagine avrà luogo in un workshop
aperto al pubblico all’inizio del 2016 con programma
successivamente definito e comunicato a tutti i partecipanti che
avranno contribuito all’indagine.
Roma, 12 novembre 2015

 


 

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter