Natale: menu salva-bilancia,tra frutta pesce e spezie  I consigli del nutrizionista per cucinare senza rinuncia a gusto 

 

(ANSA) – ROMA, 22 DIC – Un tocco di frutta nelle portate principali del menu di Natale, ma anche preferire il pesce alla carne che ha meno calorie e usare erbe aromatiche e spezie a volontà. Sono i consigli di Stefania Ruggeri, nutrizionista e ricercatrice Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l”analisi dell”economia agraria), per poter conciliare nei giorni di festa la salute con il piacere di mangiare dei piatti succulenti e anche un po’ speciali fuori dall’ordinario. ”E’ difficile cucinare in modo leggero e ottenere al contempo portate gustose soprattutto quando devono essere particolarmente belle e raffinate”, spiega all’ANSA Ruggeri che, mettendo al bando ricette light, tristi e insapori, propone l’F menu, dove F sta per famiglia. Si inizia con le seppioline su vellutata di piselli, antipasto con molta fibra, vitamine del gruppo B, omega 3 e poche calorie, elegante rivisitazione di un piatto tradizionale. Segue come primo il timballo di riso integrale all’arancia, colorato e molto salutare grazie all’agrume e ad un pizzico di curry, con pochi grassi, ricco in fibra e di vitamina C. Come secondo la nutrizionista propone l’insalata di pesce alla siciliana, ricca di acidi grassi omega 3 con polpo, gamberi, filetti di ricciola e spigola. Come contorno, infine, un’insalata di carciofi e melagrana, il cui succo vanta proprietà anticancerogene, un riuscito mix di fibra, folati e composti bioattivi. Un ultimo trucco per la salute ma anche per godere dei sapori dei cibi è quello di non esagerare con le quantità. Importante, suggerisce la ricercatrice, è saper organizzare il menu senza eccedere con il numero delle portate: un antipasto, un primo, un secondo e un contorno di verdure crude o cotte con poco olio e un dolce sono perfetti. Ma se proprio si vuole esagerare raddoppiando le portate è bene ridurre del 30% le porzioni. (ANSA).

 

stampa@crea.gov.it

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter