GIORNATA DEL MAIS 2019: IL CONTRIBUTO DEL CREA TRA INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE

Bergamo, 25 gennaio, ore 9.30, Sala Mosaico, Palazzo dei Contratti, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, Via Petrarca, 10

Il 2018 si chiude positivamente per il mais registrando rispetto all’anno precedente un + 8% delle rese, pari a 6,2 milioni di tonnellate di raccolto. Di contro, il volume delle esportazioni si è assestato a 37.000 tonnellate (circa 27 milioni di Euro) mentre quello delle importazioni è stato pari a 4.7 milioni di tonnellate (circa 975 milioni di Euro). Questi alcuni dati che verranno presentati domani, in occasione della Giornata del mais 2019, organizzata dal CREA in collaborazione con la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bergamo e l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Bergamo.  

Durante l’incontro verranno, inoltre, affrontati in particolar modo gli aspetti innovativi legati alle tecniche agronomiche relative al trinciato di mais, alla gestione delle trincee per il miglioramento della qualità del prodotto anche dal punto di vista microbiologico e sanitario fino ad arrivare al miglioramento genetico vero e proprio, in grado di produrre ibridi sempre più competitivi in termini di rese e qualità. Questo a conferma sempre di più del nuovo orientamento degli agricoltori verso la produzione di mais da trinciato, ad uso zootecnico o per la produzione di biogas.

In aggiunta i ricercatori del CREA del Centro di Ricerca Cerealicoltura e Colture Industriali presenteranno i risultati sia della rete di confronto varietale, nata con l’intento di valutare i numerosi ibridi proposti ogni anno dalle Società sementiere, fornendo informazioni sulla loro potenzialità produttiva e adattabilità ad altri contesti, sia della rete di monitoraggio micotossine che analizza il contenuto delle principali micotossine in campioni di mais provenienti da 40 centri di lavorazione e stoccaggio. Infine, sarà illustrata l’attività di sperimentazione relativa all’iscrizione al registro nazionale di nuove varietà di mais coordinata dal CREA del Centro di ricerca Difesa e Certificazione.

La giornata fornirà, infine, l’occasione per presentare il Tavolo tecnico permanente settore Mais, convocato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo (MiPAAFT), di cui il CREA fa parte, con i quattro gruppi di lavoro: ricerca e innovazione; mercati e contratti di filiera; assistenza tecnica; coordinamento Ministero/Regioni. Il tavolo ha l’obiettivo di proporre strategie e iniziative specifiche per ridare competitività a questa coltura.

 

Contatto stampa: Micaela Conterio 

Scrolla all'inizio della pagina