Il festival della cultura del vino

Tutti giù in cantina

 

In anticipo rispetto alla tradizione, solitamente il festival si svolge a settembre, “Tutti giù in cantina” è arrivato alla IV edizione e aprirà le sue porte presso la sede Crea di Velletri, in via Cantina Sperimentale, che per tre giorni diventerà il palcoscenico del grande vino con ospite d’onore la Germania che in collaborazione con Verband Deutscher Prädikatsweingüter (l’associazione che raggruppa i migliori vini tedeschi) esporrà i suoi vini ed i suoi prodotti tipici.

All’interno della struttura del Crea, dislocati tra i vigneti e il parco, saranno posizionati degli stands, che in una sorta di una cittadella dell’enogastronomia, ospiteranno prestigiose cantine provenienti da gran parte delle regioni italiane e da alcuni paesi stranieri che rappresentano i vertici della viticoltura mondiale.

Cento in tutto le cantine presenti, nomi importanti sia della viticoltura nazionale che internazionale che con le loro eccellenze presenteranno al meglio il vero protagonista dell’evento: il vino. E se la Francia la conosciamo un po’ tutti, una vera scoperta saranno i Paesi come l’Australia, con l’azienda Penfolds il re dello Shiraz australiano, il Cile che si contraddistingue per il Carmenere ma anche per la produzione di Cabernet Sauvignon, la Germania ospite d’onore con i suoi bianchi e con il vino di punta, il Riesling, che non ha eguali nel resto del mondo.

Ma non solo vino, area food, reading enoletterari, spettacoli e degustazioni guidate, saranno gli ingredienti principali della manifestazione. “Tutti giù in cantina”, infatti, si snoderà in una serie di eventi. Le tre Degustatio Magistralis: “La Germania del vino: tutti i colori del bianco”; i cru dell’azienda “Omina Romana”; una verticale di “Nobile di Montepulciano Riserva” della cantina Poggio Sant’Enrico. Installazioni artistiche e fotografiche, musica dal vivo.

Il festival è organizzato dal Crea e dall’Associazione “Idee in Fermento”, è patrocinato dall’Ambasciata di Germania, dalla Regione Lazio e dal Comune di Velletri, e tra i suoi partners vede, l’AIEE (Associazione Enologi Enotecnici Italiani Sez. Lazio-Umbria), la FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori Delegazione di Roma e Castelli Romani), il comune di Velletri ed altre associazioni culturali locali.

L’evento si concluderà la sera dell’1 luglio, con un’asta di beneficenza: bottiglie di vecchie e nuove annate a favore di Lollo 10, associazione che sostiene le famiglie dei piccoli degenti dei reparti di Oncologia Pediatrica e Neurochirurgia Infantile del Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Scrolla all'inizio della pagina