Briciole di pane

Aggregatore Risorse

LIFE Beef Carbon: 2° meeting internazionale di progetto

Allevatori e ricercatori di Francia, Spagna, Irlanda e Italia si incontrano in Piemonte dal 15 al 17 ottobre 2019 per il secondo “3 days international meeting” del progetto LIFE BEEF CARBON.

Condividi

Allevatori e ricercatori di Francia, Spagna, Irlanda e Italia si incontrano in Piemonte dal 15 al 17 ottobre 2019 per il secondo “3 days international meeting” del progetto LIFE BEEF CARBON. L’evento internazionale, organizzato dal CREA, con il suo centro di Zootecnia e Acquacoltura di Lodi e da ASPROCARNE Piemonte, è articolato in un seminario iniziale e in una serie di visite tecniche presso aziende innovative piemontesi coinvolte nel progetto.

Il 15 ottobre dalle ore 9:00 presso la sala conferenze del Foro Boario di Carmagnola (TO) si svolge l’incontro per fare il punto della situazione sull’avanzamento del progetto, cui parteciperanno circa 80 allevatori dei 4 paesi coinvolti provenienti da zone d’Europa molto diverse fra loro: dalla conformazione morfologica e climatica, alle differenti tecniche di lavorazione del terreno e colture impiegate, ai diversi sistemi produttivi. Nel pomeriggio, è prevista una visita presso l’azienda agricola Cugini Rubiolo s.s. a Racconigi (CN), allevamento di bovini ad ingrasso specializzato di razza Blonde d’Aquitaine e Limousine.

Il 16 ottobre si svolgeranno le visite presso l’azienda agricola Moderna di Fossano (CN), allevamento ad ingrasso specializzato di razza Blonde d’Aquitaine e l’azienda Giordano Sergio e Ivano s.s. a Fossano (CN) allevamento di bovini di razza Piemontese, linea vacca vitello a ciclo chiuso. Nel pomeriggio presso il ristorante “La porta delle langhe” si terrà un incontro tecnico per favorire la discussione e lo scambio di esperienze tra gli allevatori, seguirà la visita presso il museo del vino Barolo nel castello comunale Falletti.

Il 17 ottobre si chiuderà il meeting con la visita presso l’azienda agricola Cascina Governante di Barge (CN), allevamento linea vacca vitello a ciclo aperto di bovini di razza Piemontese.

Il Progetto:

L’obiettivo principale è quello di promuovere modalità di produzione della carne bovina a bassa impronta di carbonio, riducendo le emissioni di gas serra, mantenendo al contempo la competitività economica dell’azienda. Quattro i paesi europei produttori di carne coinvolti (Francia, Irlanda, Italia e Spagna) per un campione totale di 2.000 aziende di carne bovina sotto osservazione. In base alle stime ottenute, infatti, ridurre nelle aziende campione l’impronta di carbonio del 15% nei prossimi 10 anni, significa un abbattimento delle emissioni di anidride carbonica pari a 120.000 tonnellate.

Il progetto è finanziato dall’Unione Europea attraverso il programma LIFE14 CCM/FR/001125.

L’ente coordinatore del progetto è il francese Institute de l'Elevage (IDELE), mentre gli istituti dei Paesi partecipanti al progetto sono il TEAGASC per l’Irlanda e l’Asociación Española de Productores de Vacuno de Carne (ASOPROVAC) per la Spagna.

Il Ruolo del CREA:

Il CREA coordina le attività del progetto in Italia, indicando quali sono le strategie utilizzabili dagli allevatori per ridurre le emissioni, valutando l'impatto ambientale, in particolare il riscaldamento globale, dell'allevamento di bovini da carne e la riduzione che consegue all'applicazione delle strategie di mitigazione e l'effetto sul bilancio aziendale dell'efficacia di queste strategie

 

Contatto stampa: Micaela Conterio 3358458589

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it