Aggregatore Risorse

null Earth Sciences and Cultural Heritage: il CREA partecipa al tavolo tecnico

Earth Sciences and Cultural Heritage: il CREA partecipa al tavolo tecnico

Nell'ambito della Science and Technology Joint Commission (JCM) Italia-USA, il CREA con il suo centro Agricoltura e Ambiente, ha preso parte al tavolo del Working Group Earth Sciences and Cultural Heritage 

Condividi

Nell'ambito della Science and Technology Joint Commission (JCM) Italia-USA, il CREA con il suo centro Agricoltura e Ambiente, ha preso parte al tavolo del Working Group Earth Sciences and Cultural Heritage. Discussione strategica su azioni future Evidenziare i risultati della recente collaborazione bilaterale Discutere di nuovi progetti o programmi di cooperazione per il periodo 2019-2022

Durante l'incontro del JCM, i gruppi di lavoro per le scienze della terra e del patrimonio culturale (Earth Sciences and Cultural Heritage) hanno concordato di avviare nuove iniziative e ricerche, incentrate sulla resilienza agli impatti del climate change e delle catastrofi naturali. L'allerta tempestiva, la resilienza e la mitigazione di tali impatti, infatti, sono un tema trasversale, i cui effetti possono essere ridotti tramite una migliore comprensione sia dell’ambiente sia delle forze in atto, ottenuta attraverso le osservazioni della terra e la raccolta e la verifica dei dati in situ. Gli Stati Uniti e l'Italia hanno riconosciuto l'importanza crescente della scienza e della tecnologia, rimarcandone la centralità del ruolo dell’innovazione e della cooperazione internazionale per il suo ulteriore sviluppo.

Di interesse per il CREA Agricoltura e Ambiente sono stati i temi relativi alle Applicazioni di dati telerilevati da satellite e all'Ambiente e risorse idriche. In particolare:

· Rapida raccolta e accesso a EO (Earth Observation) provenienti dagli USA e dall'Italia per supportare studi interdisciplinari e servizi di EO

· Georeferenziazione, segmento spaziale e segmenti di terra

· Attività CAL/VAL

· Utilizzo di tecniche “structure from motion” su immagini satellitari ad altissima risoluzione visibile per creare DEM accurati

· Elaborazione dati InSAR e modellistica geofisica

· Collaborazione per definire i requisiti scientifici e tecnici per le nuove missioni di EO.

· Collaborazione alla missione iper-spettrale ASI-PRISMA

· Collaborazione alla missione MAIA della NASA-JPL

· Impatti dei cambiamenti climatici sull'agricoltura, sulla biodiversità e sulla distribuzione delle specie

· Risorse idriche

· Inquinamento ambientale

In un’ottica di cooperazione internazionale, il CREA ha messo le basi per una collaborazione congiunta in termini di utilizzo di dati satellitari derivanti dalle nuove missioni PRISMA e MAIA (di interesse per il CREA) e messa a disposizione di aree agricole sperimentali con rilievi agro-ambientali a lungo termine ai fini di attività di calibrazione e validazione (di interesse per ASI e NASA). 

Il gruppo di lavoro Italia-USA per le scienze della terra (Earth Sciencesn ), presieduto da INGV e USGS, è stato creato nel 2013 in base all'accordo US-Italy Science and Technology Agreement e comprende diversi partecipanti in rappresentanza di università, enti governativi, ONG e industria: NASA, UC DAVIS, ISSNAF, NOAA, DOE, CREA, ISPRA, CNR, ENEA, ASI, MIUR.

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it