Aggregatore Risorse

null CEREALMED: anche il CREA fra i partner del progetto vincitore di un PRIMA

CEREALMED: anche il CREA fra i partner del progetto vincitore di un PRIMA

Il progetto mira a sviluppare un sistema agricolo basato sulla biodiversità attraverso nuovi materiali e un nuovo sistema di coltivazione che aumenterà la varietà di cereali nel Mediterraneo

Condividi

Il progetto mira a sviluppare un sistema agricolo basato sulla biodiversità attraverso nuovi materiali e un nuovo sistema di coltivazione che aumenterà la varietà di cereali nel Mediterraneo. 

Nello dettaglio il progetto sarà focalizzato sull'uso di genotipi di frumento più diversificati e adattati all’ambiente, nonché di landraces di lenticchia e cece destinati alla realizzazione di nuovi prodotti alimentari con un migliorato valore nutrizionale resistenti ai principali agenti patogeni e stress abiotici e con una maggiore commerciabilità rispetto ai genotipi tradizionali, con ricadute positive sulla redditività degli agricoltori, favorendo di conseguenza la competitività della nostra produzione.

Il secondo risultato atteso sarà la valorizzazione degli scarti agricoli in prodotti alternativi ad alto valore aggiunto (nuove bioplastiche o compostaggio)  nell'ottica di un'economia circolare in grado di fornire benefici alle pratiche agricole e al reddito degli agricoltori e all'ambiente.

Maggiori info: https://primaobservatory.unisi.it/it/magazine/stories/con-il-progetto-cerealmed-nuovi-materiali-genetici-uniti-a-un-nuovo-sistema-di-coltivazione-che-aumentera-la-varieta-di-cereali-nel-mediterraneo

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it