Aggregatore Risorse

Estirpare le vigne non è la strada giusta per sopperire alla mancanza di grano. Si deve puntare sulla qualità, l'innovazione del prodotto e il recupero dei terreni abbandonati

Riccardo Velasco, direttore del CREA Viticoltura ed Enologia, intervistato da "Linkiesta", asserisce che ridurre la quantità del vino eliminando le vigne per far spazio alle colture di grano non è la soluzione giusta per far fronte a una minaccia di carestia globale. Invece di riconvertire i terreni la strategia nazionale deve puntare ad innovare e recuperare quelli abbandonati, puntando su colture idroponiche e impianti di vertical farming per migliorare la qualità del prodotto e salvaguardare una produzione sostenibile e qualitativamente elevata. 

Condividi
Estirpare le vigne non è la strada giusta per sopperire alla mancanza di grano. Si deve puntare sulla qualità, l'innovazione del prodotto e il recupero dei terreni abbandonati

LEGGI L'ARTICOLO IN ALLEGATO

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it