Aggregatore Risorse

VINITALY, 6 CONCORSO ENOLOGICO ISTITUTI AGRARI MIPAAF-CREA: IL SS GIAN MARCO CENTINAIO E IL DG STEFANO VACCARI PREMIANO LE CLASSI VINCITRICI

Ha partecipato, inoltre, il Direttore del Centro Viticoltura e Enologia, Riccardo Velasco.

Giunto alla sua sesta edizione, il concorso ha visto la partecipazione di 27 scuole, provenienti da 15 diverse Regioni, per un totale di 64 vini in gara, valutati in base a 5 categorie

Condividi
VINITALY, 6 CONCORSO ENOLOGICO ISTITUTI AGRARI MIPAAF-CREA: IL SS GIAN MARCO CENTINAIO E IL DG STEFANO VACCARI PREMIANO LE CLASSI VINCITRICI

«Durante quest’ultima edizione di Vinitaly i giovani sono stati tra i protagonisti. Di loro si è parlato sia come consumatori responsabili e attenti alla sostenibilità, sia per il contributo che le nuove generazioni di produttori possono dare al futuro del settore. Mi fa piacere premiare oggi questi ragazzi, perché la formazione gioca un ruolo importante. Il concorso sta riscuotendo da parte delle scuole un sempre maggior interesse a cui si accompagna anche un aumento degli standard qualitativi» ha dichiarato Il sottosegretario Mipaaf con delega al vino, Gian Marco Centinaio, durante la cerimonia di premiazione del VI Concorso Enologico per Istituti Agrari d’Italia, organizzato dal MiPAAF/CREA, in collaborazione con RENISA, che si è svolta al Vinitaly oggi 13 aprile.

Giunto alla sua sesta edizione, il concorso ha visto la partecipazione di 27 scuole, provenienti da 15 diverse Regioni, per un totale di 64 vini in gara, valutati in base a 5 categorie: vini tranquilli DOC e DOCG, vini tranquilli IGT, vini spumanti DOC, vini spumanti VSQ (vini spumanti di qualità), vini passiti IGT. La giuria, composta da due diverse commissioni esaminatrici, ciascuna formata da 5 membri (3 interni CREA e 2 esterni, in possesso del titolo di studio e requisiti previsti dal D.M. 9 novembre 2017 che disciplina i concorsi enologici ), ha utilizzato la scheda per l'analisi sensoriale "Union Internationale des Oenologues", che prevede la valutazione di 14 parametri relativi a vista, olfatto e gusto per vini tranquilli e per vini frizzanti/spumanti. Il punteggio finale, fino ad un massimo di 100 punti, è il risultato della media aritmetica ottenuta dalle 10 valutazioni (10 schede) raccolte per ciascun vino in competizione, escludendo il punteggio più alto e quello più basso. Hanno raggiunto il punteggio minimo (80 punti) per essere premiati ben 48 vini su 64, a testimonianza non solo del crescente interesse e della maggiore partecipazione delle scuole, ma anche dell’ aumento degli standard qualitativi dei vini. I vini non premiati, circa il 24% del totale, infatti, non sono risultati idonei probabilmente per la poca esperienza nel processo di vinificazione delle scuole o per vinificazioni condotte in via sperimentale. Si segnala anche una maggiore attenzione alla tutela dell’ambiente: sono stati presentati n. 5 vini biologici.

A latere del concorso enologico, il CREA e Renisa hanno lanciato la Sezione Idea Marketing (alla sua seconda edizione) in cui viene richiesto alle classi partecipanti di presentare, oltre al vino, un’idea di marketing, o un video e o altre idee di comunicazione. Sono state premiate le categorie: Le 3 etichette più innovative sotto il profilo visual, l’idea di marketing più brillante, Il video più efficace.

E' possibile consultare la graduatoria al seguente link

 

 

Contatto stampa: Micaela Conterio 335 8458589

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it