Caratterizzazione di accessioni selezionate di Araucaria araucana (Molina) K. Koch nell’area vivaistica pistoiese - Orticoltura e Florovivaismo

Menù di navigazione

Orticoltura e Florovivaismo

Orticoltura e Florovivaismo

Svolge ricerche con approcci integrati e multidisciplinari per il miglioramento genetico, la valorizzazione della biodiversità, l’innovazione agronomica e la difesa ecocompatibile di specie coltivate in pieno campo e sotto serra, orticole, aromatiche, floricole - ornamentali, per l’arredo urbano e delle produzioni vivaistiche.

Applicazioni nidificate

Titolo Notizie

Aggregatore Risorse

Elezione CdA CREA: ecco i candidati

Dopo la verifica formale delle candidature ricevute, ecco i nomi dei candidati alle elezioni del componente interno del Consiglio di Amministrazione del CREA. 

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

CREA PER L’INNOVAZIONE 2020: PARTE IL ROADSHOW VIRTUALE NEI 12 CENTRI CREA PER SCOPRIRE L’AGROALIMENTARE DI DOMANI

Che volto ha l’innovazione? Come è fatta concretamente? E come può incidere nella vita di tutti? Per scoprirlo nasce CREA per l’Innovazione 2020, un vero e proprio roadshow virtuale, un viaggio di 12 settimane, una per ogni centro di ricerca

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

Il CREA su Radio 24: i primi risultati dello studio sui pomodorini resistenti ai cambiamenti climatici

Pasquale Tripodi, ricercatore del CREA Orticoltura e Florovivaismo, è stato ospite del programma "Smart City", in onda su Radio 24, per parlare dei primi risultati di uno studio internazionale condotto nell'ambito del progetto Horizon 2020 - Bresov, che si pone l'obiettivo di adattare alcune colture di pomodori da serbo e legumi ai cambiamenti climatici in atto. E' in corso, infatti, la selezione di nuove varietà ricche di vitamina C e tolleranti ai patogeni e agli ambienti caldi e aridi. 

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Titolo Eventi

Aggregatore Risorse

null Caratterizzazione di accessioni selezionate di Araucaria araucana (Molina) K. Koch nell’area vivaistica pistoiese

Caratterizzazione di accessioni selezionate di Araucaria araucana (Molina) K. Koch nell’area vivaistica pistoiese

Seminario del dott. Maurizio Antonetti e della dott.ssa Stefania Nin (CREA-Centro di ricerca Orticoltura e Florovivaismo, Pescia)

Condividi

Tipologia di evento:

Quando: mercoledì 07 ottobre 2020 - ore: 12:00

Dove: CREA-Centro di ricerca Orticoltura e Florovivaismo, Pescia. Fruibile on line chiedendo il link al dott. Maurizio Antonetti

I risultati del Progetto “CARAVIV”. Proposta di una lista di descrittori e caratterizzazione molecolare del “Pino del Cile”, ai limiti meridionali del suo areale di crescita europeo: una sfida vinta, tra mille difficoltà e imprevisti.

Per informazioni contattare:  

maurizio.antonetti@crea.gov.it

Aggregatore Risorse

Direttore del Centro

Teodoro Cardi

Direttore

ORCID: 0000-0001-9418-8849
phone
+39 089 386222
39 338 6794753
teodorocardi
https://www.researchgate.net/profile/Teodoro_Cardi

Aggregatore Risorse

Piano Triennale della Ricerca 2018-2020

bookmark

Piano Triennale della Ricerca 2018-2020

Il Piano triennale di attività del CREA contiene la visione strategica decennale e la pianificazione operativa sia dell’Ente in generale sia dei singoli Centri di Ricerca in particolare e viene aggiornato annualmente.

E’ elaborato dal Consiglio Scientifico, adottato dal Consiglio di Amministrazione ed approvato dal Ministro delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo.

Scopri il Piano Triennale del CREA

SCOPRI IL PIANO TRIENNALE PER QUESTO CENTRO  arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

Storia del centro home

ORTICOLTURA E FLOROVIVAISMO

La storia del centro

Il Centro è costituito da 4 sedi dislocate sul territorio italiano.

La sede di Pontecagnano Faiano (SA) nasce alla fine degli anni ’60 come Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, che nel 1983 si è trasferito nell’attuale struttura. Nel 2007 l’Istituto è confluito nel Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA).

La sede di Monsampolo del Tronto (AP) deriva dalla Sezione Operativa Periferica di Ascoli Piceno dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura; con il riordino della ricerca nazionale avvenuto nel 1999 (D.L. 454) è confluita nel CRA come Unità di ricerca per l'orticoltura.

La sede di Pescia (PT) venne istituita nel 1969 come Sezione Operativa Periferica dell'Istituto Sperimentale per la Floricoltura di Sanremo e con l’Istituzione del CRA è divenuta Unità di Ricerca per il Vivaismo e la Gestione del Verde Ambientale ed Ornamentale. Grazie a un progetto finanziato nell'ambito del Patto Territoriale per la Valle del Pescia, nel 2004 sono stati realizzati importanti lavori di ampliamento: la nuova struttura è stata inaugurata nel dicembre 2007, contestualmente al suo ingresso nella rete delle strutture di ricerca del CRA.

La sede di Sanremo trae la sua origine dalla Stazione Sperimentale per la Floricoltura, il primo Ente che si occupa esclusivamente di floricoltura, istituito nel 1925 con regio Decreto n. 129; il primo direttore fu Mario Calvino, padre dello scrittore Italo. L’attuale sede, “Villa Bel Respiro” è stata acquisita nel 1953 grazie a una donazione da parte dell’Amministrazione Aiuti Internazionali. Nel 1967 con il D.P.R. n. 1318 viene istituito il nuovo Istituto Sperimentale per la Floricoltura. In seguito alla riforma operata dal CRA, dal 2 agosto 2007 l’Istituto è stato trasformato in Unità di ricerca per la floricoltura e le specie ornamentali.

Le sedi dispongono di sale riunioni (Pontecagnano Faiano e Monsampolo del Tronto 100 posti, Pescia 80 posti, Sanremo 40) e foresterie.