Aggregatore Risorse

Il CREA scommette sui Distretti del vino: più ricerche genetiche e digitale per la ripartenza e il rilancio del comparto

Parlare con un’unica voce nell’interesse del settore vitivinicolo e dei suoi produttori. E’ con questa mission che in Italia si sta diffondendo il modello del Distretto del vino, scelto anche dalla Regione Puglia. Un modello su cui scommette il CREA, che ha aderito al neonato “Distretto produttivo agroalimentare di qualità del Vino di Puglia” con 55 aziende pugliesi, 4 consorzi di tutela e l’Università del Salento.

Condividi
Il CREA scommette sui Distretti del vino: più ricerche genetiche e digitale per la ripartenza e il rilancio del comparto

LEGGI LA RASSEGNA STAMPA E WEB IN ALLEGATO

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it