Home - Foreste e Legno

Menù di navigazione

Foreste e Legno

Foreste e Legno

Foreste e Legno

Il Centro svolge studi e ricerche per la gestione sostenibile delle foreste e dell’arboricoltura da legno, per il miglioramento genetico degli alberi forestali e la conservazione e la gestione della biodiversità, per la valorizzazione delle produzioni legnose e non legnose dei boschi e delle piantagioni forestali. 

Applicazioni nidificate

Titolo Notizie

Aggregatore Risorse

Top scientists: ricercatori CREA nel ranking a livello mondiale

Pubblicata la graduatoria sulla rivista internazionale PLOS Biology 

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

Boschi e climate change: Il sito di Castelporziano, gestito dal CREA, riceve l'etichetta ICOS per le misurazioni standardizzate dei gas a effetto serra

In una nota, il riconoscimento di eccellenza per gli studi del Centro di ricerca Foreste e Legno sugli effetti anti CO2 e di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici delle foreste periurbane.

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

il sito di Castelporziano, gestito dal CREA riceve l'etichetta Icos per gli studi sugli effetti anti CO2 delle foreste periurbane

La lecceta costiera della Tenuta Presidenziale di Castelporziano, alle porte di Roma, gestita dal CREA, in collaborazione con il Cnr, ha ottenuto l'etichetta Icos (Integrated Carbon Observation System) classe 1, per le misurazioni standardizzate dei gas a effetto serra. Un labelling, tra i più completi e di alto profilo dell'intera rete europea, conferito da un panel di scienziati, che attesta la qualità del lavoro svolto per anni da ricercatori e tecnici del CREA Foreste e Legno.

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Titolo Eventi

Aggregatore Risorse

Non ci sono eventi in programma

Aggregatore Risorse

Direttore del Centro

Giuseppe Nervo

Giuseppe Nervo

Direttore

phone
0142 330900

Piano triennale della ricerca 2018-2020

bookmark

Piano triennale della ricerca 2018-2020

Il Piano triennale di attività del CREA contiene la visione strategica decennale e la pianificazione operativa sia dell’Ente in generale sia dei singoli Centri di Ricerca in particolare e viene aggiornato annualmente.

E’ elaborato dal Consiglio Scientifico, adottato dal Consiglio di Amministrazione ed approvato dal Ministro delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo.

Scopri il Piano Triennale del CREA

SCOPRI IL PIANO TRIENNALE PER QUESTO CENTRO  arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

La storia del centro definitivo FL

FORESTE E LEGNO

La storia del centro

Il Centro riunisce le attività di ricerca svolte nelle sedi di Arezzo, Casale Monferrato e Trento. Le attività iniziano con la Regia Stazione Sperimentale di Selvicoltura fondata da Aldo Pavari a Firenze nel 1922 e primo centro di ricerca applicata sulle foreste in Italia.

Nel 1967, la Stazione Sperimentale diventa Istituto Sperimentale per la Selvicoltura con sede centrale ad Arezzo e sedi operative periferiche di Firenze, San Pietro Avellana (Isernia) e Cosenza. Con la creazione del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA) nel 2007 viene istituito il Centro di Ricerca per la Selvicoltura con sede unica Arezzo.

La sede storica di Firenze viene chiusa e le sedi di Isernia e Cosenza diventano unità autonome (rispettivamente, Unità di ricerca per la gestione dei sistemi forestali dell'Appennino e Unità di ricerca per la selvicoltura in ambiente mediterraneo). Con la riorganizzazione del 2017, queste ultime restano attive solo come azienda sperimentale (Isernia) e gruppo di ricerca (a Rende, presso Cosenza).

La sede di Casale Monferrato deriva dall’Unità di ricerca per le Produzioni Legnose fuori Foresta, già Istituto di Sperimentazione per la Pioppicoltura (ISP), edificato su terreni della Società Cartiere Burgo e inaugurato il 1° ottobre 1939. Ceduto nel 1952 all'Ente Nazionale per la Cellulosa e per la Carta (ENCC) e gestito dal 1999 dalla Società Agricola e Forestale per le Piante da Cellulosa e da Carta (SAF), nel 2001 fu devoluto al Ministero per le Politiche Agricole e Forestali e dal 1° ottobre 2004 ha fatto parte del CRA assieme alla sede distaccata di Roma, oggi azienda sperimentale (Azienda Ovile).

La sede di Trento eredita il patrimonio e la tradizione scientifica dell’Unità di Ricerca per il Monitoraggio e la Pianificazione Forestale (CRA-MPF), già Istituto Sperimentale per l'Assestamento Forestale e per l'Alpicoltura (ISAFA) formalmente istituito nel 1967 ed inaugurato nel 1969.