Home - Agricoltura e Ambiente

Menù di navigazione

Agricoltura e Ambiente

Agricoltura e Ambiente

Agricoltura e Ambiente

Agricoltura e Ambiente

Il Centro svolge studi e ricerche per la caratterizzazione, gestione sostenibile e modellazione spazio-temporale degli ecosistemi agrari e forestali attraverso un approccio inter e multidisciplinare.

Titolo notizie

Applicazioni nidificate

Aggregatore Risorse

Al via il 2nd Stakeholder Meeting del Progetto LENSES. La sostenibilità del sistema acqua-ecosistema-cibo nell’area studio di Tarquinia: Incontro con gli attori del territorio

I ricercatori dei centri CREA “Agricoltura e Ambiente” e “Politiche e Bioeconomia” insieme ai colleghi del CNR-IRSA di Bari e ai colleghi spagnoli di “ECOADAPTA” e “AGRISAT”, il 26 maggio incontreranno gli stakeholder dell’area pilota italiana di Tarquinia (VT).

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

Peperoncino italiano: mercoledì 25 maggio al CREA il primo dei "mercoledì del gusto" dedicati alle eccellenze dei nostri territori

Alla scoperta della filiera del peperoncino italiano: tra gusto, salute e opportunità di sviluppo, ricercatori e produttori  si confrontano.

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

Il gelseto del CREA su Rai Tre

Il programma Geo, in onda su Rai Tre, ha visitato la collezione di gelsi e di bachi da seta del CREA Agricoltura e Ambiente di Padova.

LEGGI DI PIU' arrow_right_alt

Titolo Eventi

Aggregatore Risorse

dal 25

mag 2022

ore 09:00

fino al 25 mag 2022

Workshop "Bioeconomia circolare nel settore forestale: sfide e opportunità"

location_on Aula Magna della Scuola di Agraria - Università di Firenze, P.le delle Cascine 18, Firenze

dal 25

mag 2022

ore 11:00

fino al 25 mag 2022

Le eccellenze agroalimentari “del Made in Italy“ “Tra terra e fuoco: il peperoncino“

location_on Roma

Aggregatore Risorse

Direttore del Centro

Giuseppe Corti

Direttore

ORCID: 0000-0001-6677-9326
phone
+39 3477897667
giuseppe_corti

Aggregatore Risorse

Piano Triennale della Ricerca 2018-2020

bookmark

Piano Triennale della Ricerca 2018-2020

Il Piano triennale di attività del CREA contiene la visione strategica decennale e la pianificazione operativa sia dell’Ente in generale sia dei singoli Centri di Ricerca in particolare e viene aggiornato annualmente.

E’ elaborato dal Consiglio Scientifico, adottato dal Consiglio di Amministrazione ed approvato dal Ministro delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

Scopri il Piano Triennale del CREA

SCOPRI IL PIANO TRIENNALE PER QUESTO CENTRO  arrow_right_alt

Aggregatore Risorse

Stiamo lavorando con

La storia del centro definitivo AA

AGRICOLTURA E AMBIENTE

La storia del centro

Il Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente nasce formalmente nel giugno 2017, a seguito della riorganizzazione del CREA (già C.R.A), dall'accorpamento dei Centri e Unità di ricerca CREA di Roma, Bari, Firenze e Bologna di seguito specificati.

La sede amministrativa del CREA-AA è a Roma, in via della Navicella, già sede del Centro di ricerca per lo studio delle relazioni tra pianta e suolo (CREA-RPS) e dell’Unità di ricerca per la climatologia e la meteorologia applicate all'agricoltura (CREA-CMA), trasferita dalla sua sede storica di via del Caravita; l’accorpamento ha coinvolto anche il personale di ricerca proveniente dall'ex INEA che opera su tematiche analoghe e coerenti con la mission del Centro.

Per quanto riguarda la sede di Firenze, il Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia (CREA-ABP) è stato trasferito dalla sede di Piazza Massimo D’Azeglio alla sede di Cascine del Riccio, integrandosi amministrativamente con il nucleo di zoologia agraria e forestale che afferisce al Centro di Ricerca di Difesa e Certificazione, pur mantenendo l’afferenza scientifica al CREA-AA.

Al medesimo Centro di Ricerca afferiscono l’Unità di ricerca di apicoltura e bachicoltura (CREA-API) e il personale che nel Centro di ricerca per le colture industriali (CREA-CIN) di Bologna si occupa di modellistica.

Il CREA-AA ha anche inglobato l’Unità di ricerca per i sistemi colturali degli ambienti caldo umidi (CREA-SCA), con sede a Bari.

 

 

Fonte: Fondo fotografico della Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura Mipaaf (album 85 stampa 51)