Aggregatore Risorse

Moria del kiwi: lo studio del CREA su The Japan Agri News

Il quotidiano giapponese, dalle oltre 300.000 visualizzazioni, interessato allo studio del CREA sui fattori scatenanti la moria del kiwi 

Condividi

Come le alte temperature ed una gestione del suolo non corretta possono diventare fattori scatenanti per la moria del kiwi?

Stiamo parlando di una sindrome difficile da contrastare, la cui causa non è ancora stata identificata in maniera univoca ed esclusiva, sebbene sia associata a diverse circostanze (funghi e batteri nelle radici, pratiche di irrigazione non appropriate e composizione del suolo). 

La sindrome ha colpito 8.000 ettari di impianti, con una riduzione costante della superficie in tutto il Nord e Centro Italia, che si colloca fra i primi produttori al mondo, con una perdita stimata di circa 750 milioni di produzione lorda vendibile.

Laura Bardi, ricercatrice del CREA Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari ed esperta in materia, intervistata dal The Japan Agri News ha risposto: " I dati in nostro possesso sembrano indicare le alte temperature estive quali fattori scatenanti la moria del kiwi, in quanto causa dell’alterazione anatomica e morfologica delle radici e dell’arresto del loro sviluppo, e probabilmente anche della insufficienza di ossigeno nel suolo, legata quindi non solo ai ristagni d’acqua dovuti alle forti piogge".

L'articolo è stato pubblicato su The Japan Agri News, quotidiano on line con oltre 300.000 viisualizzazioni.

Documenti allegati

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it