Asset Publisher

Agrumi più dolci: il CREA svela il segreto del gene NOEMI

L'ultimo numero della rivista "Food&Beverage" ha dedicato un articolo allo studio sugli agrumi condotto dal team di ricercatori del CREA Olivicoltura Frutticoltura e Agrumicoltura di Acireale, coordinato da Concetta Licciardello, che, in collaborazione con il John Innes Centre di Norwich, ha caratterizzato la mutazione "acidless" (letteralmente “per nulla acido”) nei frutti di cedro, limone, limetta e arancio, in grado di addolcire il succo rispetto alle varietà classicamente acide. 

L’analisi genetica, sviluppata mettendo a confronto varietà acide e “dolci” della stessa specie, ha consentito l’identificazione di un gene, chiamato Noemi, fattore chiave in grado di regolare l'acidità dei frutti.

Condividi

LEGGI L'ARTICOLO IN ALLEGATO 

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it