Asset Publisher

Alle radici della cultivar Cesanese di Olevano Romano

Al confine tra la provincia di Roma e quella di Frosinone, caratterizzata dalla presenza della Valle del fiume Sacco e compresa tra i Monti Ernici ed i Monti Lepini, si trova l’areale di produzione del vino Cesanese, vitigno autoctono laziale a bacca scura, coltivato da sempre nei dintorni di Roma. Un rosso rubino che con la maturità vira al granato ed ha un profumo caratteristico simile alle visciole mature. Un patrimonio di gusto, tradizione e biodiversità da tutelare e al quale è dedicato il progetto di ricerca che è stato presentato nel corso del webinar “Alle radici della cultivar Cesanese di Olevano Romano”.

Finanziato dal Gal Terre di Pre.Gio, è focalizzato sui vitigni autoctoni di Olevano Romano, Genazzano, San Vito Romano e vede la partecipazione di CREA Viticoltura ed Enologia, ARSIAL, (Agenzia regionale del Lazio per lo sviluppo e l’innovazione in agricoltura) e la Strada del vino Terre del Cesanese di Olevano Romano. 

Condividi
Alle radici della cultivar Cesanese di Olevano Romano

LEGGI LA RASSEGNA STAMPA E WEB IN ALLEGATO 

Per informazioni contattare:  

stampa@crea.gov.it