Asset Publisher

Approvati i progetti ESPAS e INTESA, presentati nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliero Italia-Tunisia 2014-2020 dell'Unione Europea

Condividi

Approvati i progetti ESPAS e INTESA, presentati nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliero Italia-Tunisia 2014-2020 dell'Unione Europea .

L’area di cooperazione comprende le 5 province siciliane di Agrigento, Trapani, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa, e i 9 governatorati tunisini di Bizerte, Ariana, Tunisi, Ben Arous, Nabeul, Sousse, Monastir, Mahdia e Sfax. Inoltre, le 3 province siciliane di Catania, Enna e Palermo e i 6 governatorati tunisini di Beja, Manouba, Zaghouan, Kairouan, Sidi Bouzid e Gabes, considerati come territori limitrofi.

La proposta progettuale ESPAS, presentata dal Centro di ricerca CREA Difesa e Certificazione di Bagheria, si è classificata al primo posto  nell’area tematica Supporto per l'istruzione, la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione del suddetto Avviso (allegato 1 Liste des projets admis au financement) grazie all’idea di creare un miglior collegamento tra il mondo della ricerca e il sistema dell’imprenditorialità agricola dei territori siciliani, coinvolgendo anche settori ad alto grado di innovazione come quello fitoterapico.

L’Obiettivo è quello di aumentare la diversificazione e la multifunzionalità delle produzioni agricole siciliane e tunisine mediante la valorizzazione di essenze vegetali spontanee ad alta valenza salutistica e nutraceutica, con un occhio sempre attento al trasferimento delle innovazioni.

Con il supporto del Centro di ricerca CREA Alimenti e Nutrizione di Roma - partner associato al CREA Difesa e Certificazione di Bagheria - sarà possibile determinare la bioattività in vitro di molecole con possibile azione anti-aging, sostenendo così il settore dedicato agli integratori alimentari.

Il progetto INTESA "Innovazione nelle tecnologie a sostegno dello sviluppo sostenibile dell'agroindustria” inizierà nei prossimi mesi e avrà una durata di tre anni. Sarà finalizzato alla promozione della formazione, della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione in settori chiave dell’economia siciliana e tunisina. L’obiettivo specifico sarà la messa a punto di un modello di produzione sostenibile su colture protette,  mediante coltivazione  areoponica, ossia lo sviluppo in serra di piante senza l'utilizzo di terra. Le piante vengono sostenute artificialmente e la loro alimentazione è garantita da sistemi di nebulizzazione di acqua, arricchita da fertilizzanti minerali, che investe direttamente l'apparato radicale della pianta.

I partner del progetto sono: Union Tunisienne de l'Agriculture et de la Pêche UTAP – Tunisia, Agenzia Provinciale di Sviluppo Locale SOSVI – Ragusa Italia, Consiglio per la ricerca e l’analisi dell’economia agraria – Centro Difesa e Certificazione CREA DC – Bagheria (PA) Italia, Società Agricola - Organizzazione Produttori MONCADA Ispica Italia, Ecole Nationale des Ingénieurs ENIS- Facoltà di Ingegneria di Sfax Tunisia, Institut International de Technologie IIT Sfax Tunisia.

Per informazioni contattare:  

dc@crea.gov.it