Home - Orticoltura e Florovivaismo

Navigation Menu

Orticoltura e Florovivaismo

Orticoltura e Florovivaismo

Orticoltura e Florovivaismo

Svolge ricerche con approcci integrati e multidisciplinari per il miglioramento genetico, la valorizzazione della biodiversità, l’innovazione agronomica e la difesa ecocompatibile di specie coltivate in pieno campo e sotto serra, orticole, aromatiche, floricole - ornamentali, per l’arredo urbano e delle produzioni vivaistiche.

Nested Applications

Titolo Notizie

Asset Publisher

Alla Fiera Vesuviana convegno CREA su “Sostenibilità agronomica e tracciabilità delle produzioni orticole e frutticole”

Il 18 settembre, presso il Quartiere Fieristico di San Gennaro Vesuviano (NA) che ospita la 406° edizione della Fiera Vesuviana, i centri CREA Cerealicoltura e Colture Industriali, Orticoltura e Florovivaismo e Olivicoltura, Frutticoltura, Agrumicoltura, presenteranno le attività tecnico scientifiche in corso nella Piana Campana e Agro-Nocerino Sarnese. Il convegno nasce dalla collaborazione ormai pluriennale tra la UNITRE di San Gennaro Vesuviano e la sede CREA di Caserta.

MORE INFO arrow_right_alt

Asset Publisher

Asset Publisher

Biostimolanti: gli studi del CREA

Agronotizie cita le prove a base di biostimolanti effettuate dal CREA Orticoltura sul pomodoro, che hanno aumentato le rese delle colture e migliorato la qualità nutrizionale dei raccolti 

MORE INFO arrow_right_alt

Titolo Eventi

Asset Publisher

19

Jun 2019

Antagonismo verso i patogeni fungini: il genere Trichoderma

location_on Pontecagnano-Faiano (SA)

04

Jul 2019

hour 09:00

Convegno CREA "Le nuove frontiere del biologico: la ricerca incontra il mondo operativo"

location_on CREA - Orticoltura e Florovivaismo, Via Salaria, 1 Monsampolo del Tronto (AP)

Asset Publisher

Director of the Center

Teodoro Cardi

Direttore

ORCID: 0000-0001-9418-8849
phone
+39 089 386222
39 338 6794753
teodorocardi
https://www.researchgate.net/profile/Teodoro_Cardi

Asset Publisher

The Three-Year Research Plan 2018-2020

bookmark

The Three-Year Research Plan 2018-2020

CREA's three-year activities plan contains the ten-year strategic vision and operational planning of both the Body in general and the individual Research Centres in particular and is updated annually.

It is prepared by the Scientific Council, adopted by the Board of Directors and approved by the Minister of Agriculture, Forestry and Tourism.

Discover the Three-Year Plan of CREA

DISCOVER THE THREE-YEAR PLAN FOR THIS CENTER  arrow_right_alt

Asset Publisher

Storia del centro home

ORTICOLTURA E FLOROVIVAISMO

La storia del centro

Il Centro è costituito da 4 sedi dislocate sul territorio italiano.

La sede di Pontecagnano Faiano (SA) nasce alla fine degli anni ’60 come Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, che nel 1983 si è trasferito nell’attuale struttura. Nel 2007 l’Istituto è confluito nel Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA).

La sede di Monsampolo del Tronto (AP) deriva dalla Sezione Operativa Periferica di Ascoli Piceno dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura; con il riordino della ricerca nazionale avvenuto nel 1999 (D.L. 454) è confluita nel CRA come Unità di ricerca per l'orticoltura.

La sede di Pescia (PT) venne istituita nel 1969 come Sezione Operativa Periferica dell'Istituto Sperimentale per la Floricoltura di Sanremo e con l’Istituzione del CRA è divenuta Unità di Ricerca per il Vivaismo e la Gestione del Verde Ambientale ed Ornamentale. Grazie a un progetto finanziato nell'ambito del Patto Territoriale per la Valle del Pescia, nel 2004 sono stati realizzati importanti lavori di ampliamento: la nuova struttura è stata inaugurata nel dicembre 2007, contestualmente al suo ingresso nella rete delle strutture di ricerca del CRA.

La sede di Sanremo trae la sua origine dalla Stazione Sperimentale per la Floricoltura, il primo Ente che si occupa esclusivamente di floricoltura, istituito nel 1925 con regio Decreto n. 129; il primo direttore fu Mario Calvino, padre dello scrittore Italo. L’attuale sede, “Villa Bel Respiro” è stata acquisita nel 1953 grazie a una donazione da parte dell’Amministrazione Aiuti Internazionali. Nel 1967 con il D.P.R. n. 1318 viene istituito il nuovo Istituto Sperimentale per la Floricoltura. In seguito alla riforma operata dal CRA, dal 2 agosto 2007 l’Istituto è stato trasformato in Unità di ricerca per la floricoltura e le specie ornamentali.

Le sedi dispongono di sale riunioni (Pontecagnano Faiano e Monsampolo del Tronto 100 posti, Pescia 80 posti, Sanremo 40) e foresterie.