Briciole di pane

Aggregatore Risorse

Cultura scientifica sulle agroenergie: a Matera il convegno conclusivo e il workshop internazionale del progetto BIOPLAT-EU

Il 27 e 28 Settembre 2021, a Matera in presenza e in modalità online, si svolgerà il convegno conclusivo e il workshop internazionale del Progetto BIOPLAT-EU, finanziato dall’UE nell’ambito del programma H2020.  

Condividi
Cultura scientifica sulle agroenergie: a Matera il convegno conclusivo e il workshop internazionale del progetto BIOPLAT-EU

I lavori del 27 settembre saranno scanditi da due momenti distinti: in mattinata il convegno conclusivo, organizzato dal gruppo di lavoro del CREA-Politiche e bioeconomia, cui parteciperanno rappresentanti di alcuni partner del Progetto: WIP Renewable energies (capofila, Germania); FAO (UN); imprese private coinvolte nella produzione di bioenergie come Neste Oyj (Finlandia), specializzate nell’analisi dei nuovi modelli di business, come 1to3 Capital (Paesi Bassi), e nella comunicazione di questi ad un pubblico vasto, come  GEONARDO Environmental Technologies LTD (Ungheria). L’intervento del CREA avrà come focus gli strumenti tecnici e finanziari per rimuovere le barriere alla diffusione sul mercato di filiere bioenergetiche sostenibili nelle aree marginali, sottoutilizzate e contaminate (MUC per il loro acronimo in inglese), e vedrà anche il coinvolgimento degli stakeholder delle regioni selezionate come potenziali casi studio: la Val Basento (Basilicata), l’area del Sulcis (Sardegna) e alcune aree della regione Umbria.

Seguirà, nel pomeriggio, il workshop internazionale organizzato da FAO, che farà il punto sulla mappatura dei terreni MUC per la produzione di bioenergia in Europa con una dimostrazione dello strumento WebGIS e sulle sinergie attuali e future con la Global Bioenergy Partnership (GBEP).

La giornata del 28 settembre sarà, invece, dedicata alla visita degli stabilimenti della Greenswitch, la bioraffineria presente in Val Basento (Basilicata), pronta a produrre biodiesel a partire da oli vegetali provenienti da coltivazioni realizzate nelle aree marginali poste in un raggio di 70Km dai suoi stabilimenti. Un esempio di approvvigionamento delle materie prime da filiera corta e a basso impatto ambientale.

Per accedere all’evento è necessario registrarsi a questo link.

Link di approfondimento: www.bioplat.eu; https://cordis.europa.eu/project/id/818083

 

 

Guarda il video

https://www.youtube.com/watch?v=hGNxq7Zs0BE