Home - Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari

Navigation Menu

Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari

Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari

Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari

Svolge attività nel campo dell’ingegneria dei biosistemi, dei processi agroindustriali e delle trasformazioni, soprattutto ortofrutticole, cerealicole e olivicole, per la gestione sostenibile degli agroecosistemi e delle filiere agricole, agroalimentari e agroindustriali.

Nested Applications

Titolo Notizie

Asset Publisher

Al CREA Giornata Dimostrativa del Progetto MeNTAL

Il 6 giugno presso il CREA-Centro di ricerca Ingegneria e Trasformazioni agroalimentari di Treviglio avrà luogo la giornata dimostrativa del Progetto MeNTAL

MORE INFO arrow_right_alt

Asset Publisher

PANACEA: il progetto CREA per le colture Non-Food, meno energia da fonti fossili e più sviluppo sostenibile

Progetto Horizon 2020

MORE INFO arrow_right_alt

Asset Publisher

Il CREA a "GEO": prospettive e sviluppo dell'agricoltura robotizzata

Paolo Menesatti, direttore del CREA Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari, ospite del programma "GEO", in onda su Rai Tre, parla delle opportunità offerte dallo sviluppo dell'agricoltura robotizzata che coniuga una tecnologia combinata di meccanica, elettronica, informatica e sensoristica, con un mercato potenziale di 30 miliardi di dollari nei prossimi 3-5 anni.

MORE INFO arrow_right_alt

Titolo Eventi

Asset Publisher

13

Nov 2019

hour 09:30

CORSO DI STRATEGIA GESTIONALE DELL’AMBIENTE E DEL PAESAGGIO APPLICAZIONE DI STRUMENTI INNOVATIVI: LA STRUMENTAZIONE DI PRECISIONE CON APR (AEROMOBILI A PILOTAGGIO REMOTO) – DRONI –

location_on Milano, Via Giacomo Venezian, 26 (Zona Città Studi) e VOLANDIA Area ex Officine Aeronautiche Caproni (Zona aeroporto Malpensa)

26

Jun 2019

Progetto Agroener: innovazioni energetiche, efficientamento e sostenibilità

location_on Monterotondo (RM)

Asset Publisher

Director of the Center

Paolo Menesatti

Direttore

ORCID: 0000-0001-8225-1724
phone
0690675243

Asset Publisher

The Three-Year Research Plan 2018-2020

bookmark

The Three-Year Research Plan 2018-2020

CREA's three-year activities plan contains the ten-year strategic vision and operational planning of both the Body in general and the individual Research Centres in particular and is updated annually.

It is prepared by the Scientific Council, adopted by the Board of Directors and approved by the Minister of Agriculture, Forestry and Tourism.

Discover the Three-Year Plan of CREA

DISCOVER THE THREE-YEAR PLAN FOR THIS CENTER  arrow_right_alt

Asset Publisher

La storia del centro definitivo

INGEGNERIA E TRASFORMAZIONI AGROALIMENTARI

La storia del centro

Il Centro di ricerca Ingegneria e Trasformazioni agroalimentari è stato istituito a Maggio 2017 nell'ambito della riorganizzazione del CREA, attraverso all'aggregazione di 6 strutture territoriali: Monterotondo (RM), Treviglio (BG), Roma (Inviolatella), Milano, Torino e Pescara.

Le sedi di Monterotondo e Treviglio, già Unità di ricerca per l'ingegneria agraria, ex Istituto Sperimentale per la Meccanizzazione Agricola dal 1967, si occupano principalmente di ingegneria agraria.
La sede di Roma-Inviolatella, con competenze sugli aspetti agronomici, fitopatologici, qualitativi, igienico-sanitari e, in particolare, sulle trasformazioni dei cereali, deriva dall'Istituto Sperimentale per la Cerealicoltura (ISC – 1967), prima ancora Istituto Nazionale di Genetica per la Cerealicoltura fondato nel 1919 da Nazareno Strampelli.
La struttura di Milano, con principali competenze nella trasformazione e conservazione dei prodotti ortofrutticoli, origina dall'unità di ricerca per i processi dell'industria agroalimentare derivante dall'Istituto Sperimentale per la Valorizzazione Tecnologica dei Prodotti Agricoli originato nel 1967, ex Stazione Sperimentale del Freddo fondata nel 1919.

Dal Centro di ricerca per l’olivicoltura e l’industria olearia, già Istituto Sperimentale per la Elaiotecnica dal 1968 e Regia Stazione Sperimentale di Olivicoltura e di Oleificio dal 1931, ha origine la sede di Pescara che si occupa di valutazione dell’olio e delle olive da mensa. La sede di Torino nasce come gruppo periferico di ricerca nel 2004 del Centro di Ricerca per lo Studio delle Relazioni tra Pianta e Suolo dalla precedente organizzazione.