Home - Cereal and Industrial Crops

Navigation Menu

Hero centro cerealicoltura

Cerealicoltura e Colture Industriali

Il Centro si occupa, con un approccio multidisciplinare, delle filiere dei cereali e delle colture industriali per alimentazione umana, animale e per impieghi non-food, garantendo la valorizzazione delle produzioni anche attraverso il miglioramento genetico e le scienze omiche per la conservazione e la gestione della biodiversità.

Nested Applications

Titolo notizie

Asset Publisher

Cooperazione Italia-Bolivia per la valorizzazione della biodiversità di mais e amaranto

In coincidenza con i 100 anni di storia della sede CREA del Centro di Cerealicoltura e Colture Industriali di Bergamo è in corso a Bergamo una missione di Docenti universitari della Bolivia nel periodo dal 17 al 29 febbraio 2020.

MORE INFO arrow_right_alt

Asset Publisher

A ridotto contenuto di sodio, ma gustoso come il tradizionale e buono per 90 giorni: dal CREA un nuovo tipo di pane iposodico di grano duro

Pubblicati sulla rivista “Foods” i risultati dell’innovativa ricerca

MORE INFO arrow_right_alt

Asset Publisher

Biodiversità, il CREA unico partner italiano del progetto AGENT: al via Rete Ue delle banche dei semi

Costituire una rete europea di banche dei semi per una più efficiente gestione delle risorse genetiche, in grado di far fronte alle grandi sfide della nostra agricoltura, dai cambiamenti climatici, alla sostenibilità ambientale, alla sicurezza alimentare. Questo lo scopo del progetto europeo AGENT (Activated GEnebank NeTwork), a cui il CREA partecipa mettendo a disposizione una collezione di 1000 varietà di frumento tenero.

MORE INFO arrow_right_alt

Titolo eventi

Asset Publisher

10

Oct 2020

hour 14:30

1920-2020: La Maiscoltura di Bergamo festeggia il suo centenario all’Orto Botanico “Lorenzo Rota”

location_on Orto Botanico di Bergamo -Sezione di Astino

23

Jan 2020

hour 15:30

Al CREA seminario sul progetto PRO.SU.R.I.

location_on Caserta

Asset Publisher

Director of the Center

Nicola Pecchioni

Direttore

ORCID: 0000-0003-1704-2541
phone
+39 08 81711073
nicola.pecchioni
https://www.linkedin.com/in/nicola-pecchioni-bb110321/
https://www.researchgate.net/profile/Nicola_Pecchioni

Asset Publisher

The Three-Year Research Plan 2018-2020

bookmark

The Three-Year Research Plan 2018-2020

CREA's three-year activities plan contains the ten-year strategic vision and operational planning of both the Body in general and the individual Research Centres in particular and is updated annually.

It is prepared by the Scientific Council, adopted by the Board of Directors and approved by the Minister of Agriculture, Forestry and Tourism.

Discover the Three-Year Plan of CREA

DISCOVER THE THREE-YEAR PLAN FOR THIS CENTER  arrow_right_alt

Collaborazioni e Progetti

Asset Publisher

Storia del centro 1

CEREALICOLTURA E COLTURE INDUSTRIALI

La storia del centro

Il CREA - Cerealicoltura e Colture Industriali si articola sul territorio nazionale in quattro sedi e due laboratori che vedono la loro origine storica all’inizio del ‘900 come Istituti di ricerca e sperimentazione agraria nati per la cura e la conservazione di specifiche colture. L’attuale sede amministrativa di Foggia nasce nel 1919 come “Stazione Fitotecnica di Apulia” con il compito di conservare in purezza le varietà di frumento rilasciate dal Prof. Nazareno Strampelli. Oggi è punto di riferimento nazionale per la ricerca in cerealicoltura.

Per “risolvere i problemi della coltivazione di pieno campo in clima caldo-arido", nasce la Stazione Sperimentale di Granicoltura di Catania, la cui attività si concentra ancora oggi prevalentemente sul frumento duro e che ha origine nei primi anni successivi all’Unità d’Italia come “Comizio Agrario del Circondario di Acireale”, che aveva la sua sede presso il locale “ex Convento dei Cappuccini”.

La stazione di Maiscoltura di Bergamo, costituita nel 1920 grazie al contributo di diversi enti e istituzioni locali, ha storicamente contribuito allo sviluppo della maiscoltura italiana con la creazione di varietà adatte alle condizioni pedoclimatiche nazionali e, nell’immediato dopoguerra, all’introduzione e l’adattamento dei mais ibridi.

Nel 1908 nasce a Vercelli la Stazione sperimentale di Risicoltura e delle Coltivazioni irrigue, per promozione delle “Associazioni fra gli agricoltori di Novara e Vercelli” e “l’Associazione d’irrigazione dell’Agro all’Ovest del Sesia”. Dalla città di Vercelli, nel 1932 l’attività si sposta alla Cascina Boraso.

Il Centro di Ricerca per le Colture Industriali con sede in Bologna ha origine nel 1910 con l’istituzione della Regia Stazione Sperimentale di Bieticoltura di Rovigo che nel 1968, congiuntamente all’Istituto di Allevamento Vegetale per la Cerealicoltura di Bologna, diventa Istituto Sperimentale per le Colture Industriali (con sedi periferiche a Osimo e Battipaglia). Storicamente l’attività del centro era "provvedere agli studi ed alle ricerche riguardanti il miglioramento di specie, varieta' e razze di piante industriali, la tecnica di coltivazione delle medesime".

Nella sede fisica del CREA a Caserta confluisce parte del personale proveniente da quello che nel 1895 venne istituito come Regio Istituto Sperimentale per la coltivazione dei Tabacchi di Scafati e che oggi concentra l'attività di ricerca sulle Colture industriali.